Porcospini News Under 12

« Torna indietro

U12 Alla riscossa

12 febbraio 2017

U12 – CONCENTRAMENTO CUSAGO
12 Febbraio 2017

Alla riscossa

Giocatori: Abbatecola, Barbieri, Belgio, Bensi, Borsotti, Cannella, Capelli, Carrara, Colombani, Cosmai, Destasi, Facchini, Fasciano, Galazzi, Gesti, Longo, Nuzzolo, Mazzoleni, Mondiani, Principato, Scalisi, Sciancalepore, Sebastio, Siddi, Trentarossi, Trovato, Zanini.


Società partecipanti: CUS Milano 1/2/3 e 4, Rugby Metanopoli 1 e 2, Rugbio Cusago, Saints Abbiategrasso

Su un campo che sembra un panetto di morbido burro (Bio), il Rugbio accoglie gli sfidanti in modo impeccabile e preciso nonostante un po’ di confusione inziale dovuto alla coincidenza con le partite del mini rugby. A fronteggiare una (ancor) doppia squadra arancio nera ci sono ben quattro formazioni del CUS Milano, e una del Saints. Ancora una volta schierare due squadre è motivo di orgoglio, rappresenta bene la sintesi che si continua ad ottenere con il felice connubio con le Fenici lodigiane che crescono assieme ai nostri giocatori. Il conforto dei numeri è fondamentale in una categoria chiave che lancia i giocatori nel biennio pre-agonistico, dove sappiamo quanto sia forte il livello di abbandono sportivo in tutte le società (non solo di rugby). In questo si auspica un intervento educativo forte e possibilmente congiunto tra il Club e le famiglie e gli stessi giocatori che devono imparare a credere nel modello "squadra”.
Senza troppi giri di parole si può dire che è stato a livello tecnico il raggruppamento più bello di tutta la stagione. Il riscatto delle prestazioni un po’ incolori delle ultime partite, è arrivato fin da subito affrontando una delle squadre del CUS Milano, dove gli spini (forse ancora un po’ addormentati) non hanno trionfato dal punto di vista del risultato, ma sotto il profilo tecnico. Troppe volte riportiamo che i nostri giocatori nelle categorie inferiori non entrano immediatamente in partita. Questa situazione tecnica andrebbe analizzata e spetterà ai tecnici dare la giusta risposta. A parte questa piccola defaiance, i giovani Spike hanno ingranato la marcia giusta e hanno confezionato un risultato dietro l’altro, lasciando anche diverse mete di distacco tra loro tutte le altre squadre avversarie. La fiducia riposta in questi giovani ragazzi e stata ripagata appieno, insieme a tutte le fatiche degli allenamenti. Una nota positiva è proprio che da gennaio, la mentalità è cambiata, c’è una maturità di impegno non normale per ragazzi di questa età. Segno che il Metanopoli vuole crescere prima uomini e poi atleti.

Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito.
Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "OK".
Ti invitiamo a leggere la nostra policy.
OK