Porcospini News Under 18

« Torna indietro

U18 Chiuso un conto

26 febbraio 2017

UNDER 18 CAMPIONATO 2016-’17

X GIORNATA 26 FEBBRAIO 2017 

Chiuso un conto 

Seregno - Rugby Metanopoli: 8-34 (3-5) – mete (1-5) 

Formazione: (1) Budassi, (2) Fiore, (3) Morabito, (4) Fossati (5) Orlandi, (6) Mucili, (7) Francescato, (8) Noè (C), (9) Falsetti, (10) Oleari, (11) Haardt, (12) Zermani, (13) Dalcerri, (14) Weller, (15) DeBiase

A disposizione:Perazzolo, Rossi 

12’ SEREGNO (Calcio Piazzato), 20’ Fiore (M), 45’ Oleari (M), DeBiase (T), 52’ Fossati (M), 56’ SEREGNO (M), DeBiase(T), 59’ Dalcerri (M), 62’ Oleari (Drop), 70’ Haardt(M), Rossi (T), 

Man of the match: Davide Fossati - Presente e concentrato per tutta la partita oltre al grande lavoro di mischia e touche, ottimo ball carrier 

Ci si presenta a Seregno sapendo che bisogna giocare a carte scoperte. Formazioni corte per entrambe le squadre, ma nella testa ancora l’incubo della partita d’andata dove Seregno, nelle nostre mure amiche, ha letteralmente gettato via una partita. E quando dopo pochi minuti i padroni di casa buttano dentro un calcio piazzato, più di un cattivo pensiero ha scossa le menti arancionere. In realtà in campo si percepiva un predominio territoriale e di organizzazione del Metanopoli, ma come in altre occasioni mancava il colpo del ko. Poi finalmente Fiore ristabilisce il vantaggio e si va al cambio campo riordinando le idee. E forse Metanopoli ha dimostrato di avere più tenuta mentale degli avversari e coi due uomini più in palla della partita assesta un micidiale uno due alla compagine di casa. Entrambe le mete di Olearie Fossati hanno colpito per determinazione e rabbia e Seregno ha barcollato, raccolto le idee e piazzato una risposta siglando una meta, cercando di riaprire la partita. A questo punto sale in cattedra Oleari che lancia un sempre attentissimo Dalcerri in una meta che significa bonus offensivo e confeziona la stoccata vincente. Quella che da la cifra alla partita esemplare dell’apertura. In una azione vicino ai 22 avversari legge l‘attimo per scoccare un drop, che è uno di quei colpi del repertorio rugbystico che fa più male degli altri. Seregno al tappeto e partita chiusa. Non dimentichiamo nell’ultima azione utile la meta di potenza di Haardt e la conseguente trasformazione diRossi. Ragazzi che alla fine festeggiano un consolidato secondo posto e traguardano Delebio, per andare a chiudere in Valle un altro conto aperto.

Score personale:Oleari (1 meta +1 drop) punti 8; Dalcerri,Fiore, Fossati, Haardt (1 meta) punti 5; DeBiase (2 trasformazioni) punti 4, Rossi (1 trasformazione) punti 2.

Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito.
Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "OK".
Ti invitiamo a leggere la nostra policy.
OK